Parco Rimigliano

Il Parco di Rimigliano

IL PARCO COSTIERO DI RIMIGLIANO
Una striscia verde affacciata sul mare, lungo la Via della Principessa che collega San Vincenzo a Piombino, dove la vegetazione mediterranea si mostra in tutta la sua bellezza e varietà di specie, forme e colori. Il mare, la sabbia dorata, la duna con la sua macchia modellata dai venti marini e infine il bosco ombroso dominato dai lecci e dai pini domestici, con la loro caratteristica chioma a ombrello: questo è il Parco Costiero di Rimigliano con i suoi 650 ettari di territorio.
La strada della Principessa divide il parco in due aree: la fascia alberata a occidente copre una superficie di 120 ettari per una lunghezza costiera di 6 km e affaccia sulle dune, sulla spiaggia e sul mare con lo splendido panorama offerto dalle sagome azzurre delle isole dell’arcipelago toscano; quella a oriente, la più estesa, è composta da aree agricole, antichi poderi e un bosco di lecci e querce.
Il parco è protetto dai venti dell’est dal complesso collinare di Monte Calvi e da quelli marini dal promontorio di Piombino e dall’Isola d’Elba. Per questo gode tutto l’anno di condizioni climatiche piacevoli.
La spiaggia, caratterizzata da un sistema tutelato di dune, è attrezzata con docce e servizi igienici pubblici e la macchia che guarda il mare, accessibile dalla strada grazie alle sue numerose entrate pedonali, è ricca di sentieri punteggiati di aree per i picnic e i pranzi al sacco.

Le specie arboree

Il piano regolatore del Comune di San Vincenzo, che ha permesso l’istituzione del Parco, risale agli anni ’70 del secolo scorso. Prima di quella data la macchia era mantenuta a ceduo per la lavorazione del legno e la preparazione delle carbonaie. Oggi, fra le tante specie arboree presenti possiamo osservare le querce (il leccio, la sughera e la roverella) e i pini (marittimo e domestico). La zona confinante con la spiaggia è costituita principalmente da piante dal portamento arbustivo, fra le quali: il mirto, il ginepro coccolone e il lentisco.

Gli animali del Parco

L’area boschiva, oltre ad essere ricca di differenti specie vegetali, è anche abitata da molti animali. Attraversando una delle diverse vie d’accesso al mare potrete osservare qualche scoiattolo saltare da un albero all’altro, o dei conigli selvatici diretti verso la loro tana. Nella primavera inoltrata compare sulle spiagge, la pimelia. Un buffo coleottero nero, privo di ali, che lascia sulla sabbia delle impronte caratteristiche e ben visibili. Nel Parco si possono intravedere una variegata quantità di volatili, come l’allodola, il cardellino, il gufo, il picchio verde e la poiana.

Le strutture del Parco

Le strutture e i servizi messi a disposizione per i frequentatori del Parco naturale di Rimigliano sono:

  • Stradelli per una comoda percorribilità;
  • Toilette, fontanelle e docce;
  • Tavoli e panchine.
  • un bar

La strada provinciale che da San Vincenzo conduce al Parco di Rimigliano, chiamata Via della Principessa, è fornita di una comoda e spaziosa via ciclabile. Il tempo di percorribilità, in bici, dall’abitato al Parco è di circa 20 minuti. Il Parco è fornito anche di un parcheggio a pagamento, ed uno gratuito, lungo tutta la Via della Principessa.